Sostieni la fondazione

Donazioni

La Fondazione Primoli è un Ente del Terzo Settore che opera nel campo della cultura, riconosciuta con Regio Decreto n. 942 dell’ 8 marzo 1928.

Grazie alle donazioni potremo:

  • Proporre attività culturali, intensificando lo scambio e l’interdisciplinità.
  • Promuovere giovani autori, poeti, fotografi e ricercatori con premi e borse di studio
  • Catalogare e digitalizzare le nostre collezioni e il nostro patrimonio bibliografico e archivistico per garantirne la conservazione ed ampliarne la fruizione.
  • Promuovere la ricerca sui nostri fondi e proseguire nella pubblicazione delle nostre collane “Quaderni di Cultura francese” e “Collezione Primoli”

Firma nell’apposito riquadro della tua dichiarazione dei redditi.
Riporta inoltre il codice fiscale della Fondazione Primoli: 80064110580.

Come effettuare una donazione

Tramite bonifico bancario, intestato alla Fondazione Primoli.
IBAN: IT 24 L 02008 05259 000400046881
Causale: Erogazione liberale.

Agevolazioni fiscali

Sia le persone fisiche che giuridiche che effettuano una donazione beneficiano di agevolazioni fiscali.

Per usufruire delle agevolazioni le donazioni non potranno essere effettuate in contanti, ma solo tramite bonifico.

Inviando i dati (nome della persona fisica o giuridica, indirizzo, codice fiscale o partita IVA), invieremo la certificazione necessaria per beneficiare delle agevolazioni fiscali.

Agevolazioni fiscali
Le persone fisiche (non titolari di partita IVA) possono detrarre le erogazioni effettuate a favore della nostra Fondazione nei limiti e con le modalità stabilite per legge dal DPR 917/86 (art 15. c 1, lett. h, DPR 917/86), e successive disposizioni (legge 190/2014, commi 137 e 138). In alternativa potranno beneficiare delle agevolazioni previste dall’art 14 del D.L. 35/2005, poi legge 80/2005. Le agevolazioni NON sono cumulabili.
Le persone giuridiche possono invece dedurre le erogazioni effettuate a favore della nostra fondazione nei limiti e con le modalità stabilite per legge dal DPR 917/86 (art 100, c 2, lett. f e m, DPR 917/86), e successive disposizioni (legge 190/2014, commi 137 e 138). In alternativa potranno beneficiare delle agevolazioni previste dall’art 14 del D.L 35/2005, poi legge 80/2005. Le agevolazioni NON sono cumulabili.

Per ulteriori approfondimenti si consiglia di visitare il sito del MIC